giovedì 25 febbraio 2010

Top 20

La classifica dei libri più venduti in Italia nella settimana dal 8 al 14 febbraio 2010. 

  1. Le perfezioni provvisorie di Gianrico Carofiglio (Sellerio)
  2. Cotto e mangiato di Benedetta Parodi (Vallardi)
  3. La malapianta di Nicola Gratteri e Antonio Nicaso (Mondadori)
  4. Il tempo che vorrei di Fabio Volo (Mondadori)
  5. La principessa del ghiaccio di Camilla Lackberg (Marsilio)
  6. L'eleganza del riccio di Muriel Barbery (E/O)
  7. L'ipnotista di Lars Kepler (Longanesi)
  8. Il giovane Holden di Jerome D. Salinger (Einaudi)
  9. Annus horribilis di Giorgio Bocca (Feltrinelli)
  10. Vaticano S.p.A. di Gianluigi Nuzzi (ChiareLettere)
  11. Il peso della farfalla di Erri De Luca (Feltrinelli)
  12. Delfini di Banana Yoshimoto (Feltrinelli)
  13. Libera scienza in libero stato di Margherita Hack (Rizzoli)
  14. Il simbolo perduto di Dan Brown (Mondadori)
  15. Perché è santo. Il vero Giovanni Paolo II raccontato dal postulatore della causa di beatificazione di Slawomir Oder e Saverio Gaeta (Rizzoli)
  16. La vita autentica di Vito Mancuso (Cortina Raffaello)
  17. Amore di Paulo Coelho (Bompiani)
  18. Amabili resti di Alice Sebold (E/O)
  19. Bianca come il latte, rossa come il sangue di Alessandro D'Avenia (Mondadori)
  20. L'isola sotto il mare di Isabel Allende (Feltrinelli) 
fonte ibs.it



venerdì 19 febbraio 2010

Poetico

IL PESO DELLA FARFALLA 
di Erri De Luca



"Sotto il tetto di rami alzava il muso di notte verso l'alto del cielo, un ghiaione di sassi illuminati. A occhi larghi e respiro fumante fissava le costellazioni, in cui gli uomini stravedono figure di animali, l'aquila, l'orsa, lo scorpione, il toro."

Trama: E' novembre, tempo di duelli. Il re dei camosci, animale solitario e fiero, si appresta a cedere la sua "corona". Accadrà presto probabilmente, in uno scontro con uno dei suoi figli, cresciuti e pronti a succedergli alla guida del branco. Su quella stessa montagna c'è un altro re dei camosci, un cacciatore, ribattezzato così per gli innumerevoli esemplari uccisi. Non lasciava mai feriti, un solo colpo per abbattere l'animale. Ora la sua preda è quel camoscio ragale e meraviglioso, lo stesso che privò della madre quando era solo un cucciolo. Il "Re" sente l'odore dell'uomo, lo sente avvicinarsi, scalare la montagna, e sa che vuole lui.

Giudizio personale: 6 Non so dire se questo libro mi abbia entusiasmato o deluso. E' il primo romanzo che leggo di questo autore, e mi ha lasciato un po' stranita. Una bella storia, specialmente per chi come me ama la montagna e le sue magie, ma forse non molto originale (mentre lo leggevo continuavo a pensare a "Il vecchio e il mare" di Hemingway). Affascinante lo scenario e le descrizioni delle emozioni e dei sentimenti dei due re, ma la scrittura di De Luca a tratti molto poetica diventa a volte un po' tediosa e pesante.

Citazione: "In ogni specie sono i solitari a tentare esperienze nuove. Sono una quota sperimentale che va alla deriva. Dietro di loro la traccia aperta si richiude."

Edizione: Feltrinelli

Pagine: 70

Prezzo: 7,50 €

Anno: 2009



mercoledì 17 febbraio 2010

Top 20

Finalmente tornata a dedicarmi al blog, vi pubblico la classifica dei 20 libri più venduti in Italia nella settimana dal 1 al 7 Febbraio 2010. 

  1. Le perfezioni provvisorie di Gianrico Carofiglio (Sellerio)
  2. Cotto e mangiato di Benedetta Parodi (Vallardi)
  3. Annus Horribilis di Giorgio Bocca (Feltrinelli)
  4. La principessa di ghiaccio di Camilla Läckberg (Marsilio)
  5. L'eleganza del riccio di Muriel Barbery (E/O)
  6. Il giovane Holden di Jerome D. Salinger (Einaudi)
  7. Il tempo che vorrei di Fabio Volo (Mondadori)
  8. L'ipnotista di Lars Kepler (Longanesi)
  9. Il sangue è randagio di James Ellroy (Mondadori)
  10. Il peso della farfalla di Erri De Luca (Feltrinelli)
  11. Delfini di Banana Yoshimoto (Feltrinelli)
  12. La vita autentica di Vito Mancuso (Cortina Raffaello)
  13. Perché è santo. Il vero Giovanni Paolo II raccontato dal postulatore della causa di beatificazione di Slawomir Oder, Saverio Gaeta (Rizzoli)
  14. L'isola sotto il mare di Isabel Allende (Feltrinelli)
  15. Il simbolo perduto di Dan Brown (Mondadori)
  16. Un uomo solo di Christopher Isherwood (Adelphi)
  17. Bianca come il latte, rossa come il sangue di Alessandro D'Avenia (Mondadori)
  18. Che la festa cominci di Niccolò Ammaniti (Einaudi)
  19. Il bambino con il pigiama a righe di John Boyne (BUR)
  20. Il gusto proibito dello zenzero di Jamie Ford (Garzanti)
fonte ibs.it

martedì 9 febbraio 2010

Amabili resti, il film

Eccomi qua, finalmente. In questi ultimi 10 giorni ho un po' trascurato il blog, mi dispiace! Ora però si riparte, e lo faccio segnalando la prossima uscita del film Amabili Resti, tratto dall'omonimo romanzo di Alice Sebold. Sarà nelle sale dal 12 febbraio; alla regia il premio Oscar Peter Jackson, lo stesso della trilogia de Il Signore degli Anelli. Ottimo il cast che vede Susie, la protagonista, interpretata dalla giovane e brava Saoirse Ronan; Mark Wahlberg e Rachel Weisz nel ruolo dei suoi genitori, a Susan Sarandon è affidata la parte della nonna un po' pazza ed infine Stanley Tucci nel ruolo dell'assassino, parte che gli è valsa la candidatura come miglior attore non protagonista agli Oscar 2010 che si celebreranno il 7 marzo.
Per più approfondite informazioni:  amabili resti.it



lunedì 1 febbraio 2010

Un inno alla lettura

COME UN ROMANZO
di Daniel Pennac



"Il verbo leggere non sopporta l'imperativo, avversione che condivide con alcuni altri verbi: il verbo amare... il verbo sognare..."

Trama: Questo è un libro sull'amore per la lettura, è un libro che parla di libri, è un inno costante e meraviglioso al verbo "leggere". E' un analisi del lettore e dei suoi comportamenti: dal momento in cui, bambini, ci avviciniamo al nostro primo libro quando, ancora incapaci di decifrare quell'insieme di segni che formano le parole, ascoltiamo incantati le nostre mamme e i nostri papà raccontarci di avventure magiche e fiabesche. Fino ad arrivare al momento in cui ognuno di noi prova una sorta di avversione naturale verso qualsiasi genere di romanzo ci venga imposto a scuola, quasi come se leggere sia diventato un dogma e non più un piacere. Ed è proprio a questo punto che Pennac ci presenta il suo decalogo, i DIRITTI IMPRESCRITTIBILI DEL LETTORE, proprio perché leggere non è un dovere, ma un diritto.

Giudizio personale: 9 Dire che mi è piaciuto molto è semplicemente riduttivo. Pennac con questo libro, non solo esalta il piacere della lettura, ma lo fa in maniera sublime, senza cadere in atteggiamenti snob o supponenti tipici di chi giudica le letture altrui. Deliziosa la parte iniziale del libro, in cui racconta l'euforia dei bambini a cui i genitori raccontano le storie la sera, euforia che va in crescendo, quando i bambini una volta imparato a leggere si appropriano dei loro libri per leggerli finalmente in autonomia. Meraviglioso il racconto del professore del liceo, che trova la via giusta per avvicinare i suoi studenti al mondo dei romanzi, un mondo cui non appartenevano, un mondo che detestavano: e qui mi rivedo, adolescente che rifiuta sistemeticamente ogni singolo libro imposto dall'alto, libri che poi ho letto a distanza di anni e che ho amato follemente.....Infine i 10 diritti del lettore, diritti sacrosanti, a partire dal primo, il diritto di non leggere.

Citazione: "Se dovessimo tener conto delle letture importanti che dobbiamo alla Scuola, ai Critici, a tutte le forme di pubblicità, e viceversa, di quelle che dobbiamo all'amico, all'amante, al compagno di scuola, vuoi anche alla famiglia - quando non mette i libri nello scaffale dell'educazione - il risultato sarebbe chiaro: quel che abbiamo letto di più bello lo dobbiamo quasi sempre a una persona cara. Ed è a una persona cara che subito ne parleremo. Forse proprio perché la peculiarità del sentimento, come del desiderio di leggere, è il fatto di preferire. Amare vuol dire, in ultima analisi, far dono delle nostre preferenze a coloro che preferiamo. E queste preferenze condivise popolano l'invisibile cittadella della nostra libertà. Noi siamo abitati da libri e da amici."

Titolo originale: Comme un roman

Traduzione: Yasmina Melaouah

Edizione: Feltrinelli

Pagine: 139

Prezzo: 6,50 €

Anno: 1992


Italian Blogs for Darfur

Segui lo Shelf!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...