venerdì 23 dicembre 2011

A Natale regala un libro! JUNIOR

Quando ho pensato a questa serie di post "natalizi" volevo innanzi tutto buttare le basi per i non lettori, volevo cioè elencare una serie di titoli che potessero in qualche modo incuriosire anche solo una persona che fa parte di quella stragrande maggioranza di popolazione italiana che non legge. E potevo forse ignorare il genere letterario che appartiene al nostro futuro? Per questo ho scelto libri particolarmente adatti ai giovani lettori, sia per letture individuali sia per letture condivise con i genitori. Ma prima di passare ai consigli di oggi vorrei aggiungere ancora due parole sui ragazzi e la lettura. Se i vostri figli, o nipoti, non leggono non forzateli, non fategli vivere la lettura come un obbligo (ci pensa purtroppo già la scuola). Cercate piuttosto di stimolare la loro fantasia, di assecondare le loro passioni e attitudini. Fategli capire quanto di magico c'è in un libro, quanta avventura e quante emozioni possono scaturire da ogni pagina. Fate in modo che già da piccolissimi vivano i libri come amici: abbiamo la fortuna di avere un'editoria per bambini e ragazzi in alcuni casi davvero ottima. 

Il primo libro-consiglio di oggi è il meraviglioso Il bambino con il pigiama a righe. Questo libro è la storia di un'amicizia molto speciale fra Bruno, figlio di un gerarca nazista, e Smhuel, prigioniero ad Auschwitz. L'intera storia è narrata dal punto di vista di Bruno, che dai suoi 8 anni non percepisce quello che realmente sta accadendo attorno a lui. La forza straordinaria di questo libro sta proprio nella contrapposizione fra la tragicità del periodo storico e l'innocenza e ingenuità della voce narrante. Per questo ritengo che la lettura di questo libro vada condivisa con un adulto, sia per chiarire le lacune o le curiosità che la narrazione può suscitare in un giovane lettore, sia perché su una persona matura, consapevole degli avvenimenti storici, l'effetto dirompente di questo romanzo è ancora maggiore e sicuramente più profondo. È piuttosto evidente che questo non è un romanzo storico a cui si possa affidare l'insegnamento di cosa sia stato l'Olocausto, ma è un buon punto di partenza, soprattutto per i più giovani, per cominciare a costruire le fondamenta di una forte e solida coscienza storica.

Più che un unico libro, ora vorrei consigliarvi una vera e propria collana realizzata dalla Scuola Holden in collaborazione con la Biblioteca di Repubblica e l'Espresso. Si chiama Save the story e nasce con l'intento di "preservare" alcuni dei maggiori capolavori letterari e metterli al servizio dei giovanissimi. Per questo alcuni scrittori famosi hanno "riscritto" altrettanti classici della letteratura in versione junior corredati da illustrazioni bellissime. I romanzi in questione sono: Don Giovanni raccontato da Alessandro Baricco, I promessi sposi da Umberto Eco, Cyrano de Bergerac da Stefani Benni, Il naso da Andrea Camilleri, Delitto e castigo da Abraham B. Yehoshua, Gilgamesh da Yiyun Li, Antigone da Ali Smith, Gulliver da Jonathan Coe, Capitano Nemo da Dave Eggers. Trovo che attraverso questa collana si possano avvicinare i bambini a romanzi troppo spesso considerati solo dei mattoni letterari, solleticando la loro curiosità e facendo in modo che, una volta cresciuti, sentano la necessità di leggere la versione originale di questi capolavori.

Con questo post si concludono i miei veloci consigli natalizi, spero di esservi stata utile, di avervi incuriosito in qualche modo. Non mi resta che augurarvi un Natale ricco di libri!

Buona Lettura!

3 commenti:

  1. Tanti auguri anche a te,Nicky,
    di un Magico Natale.
    Susy x

    RispondiElimina
  2. al mio cuginetto ho regalato "anche i dinosauri facevano la cacca"... un libro pieno di curiosità sui dinosauri che gli piacciono tanto, partendo da un elemento non proprio classico XD

    RispondiElimina
  3. @Susy: grazie mille carissima! :-)

    @Federica: l'ho visto anch'io quel libro, davvero molto carino!

    RispondiElimina

Italian Blogs for Darfur

Segui lo Shelf!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...