venerdì 24 settembre 2010

Pessimo

I DELITTI DI UNO SCRITTORE IMPERFETTO
di Mikkel Birkegaard


"Fino a poco tempo fa avevo ucciso solo sulla carta. In compenso ero bravo. Così bravo da poterci campare e così navigato da poterlo considerare il mio lavoro. In un paese piccolo come la Danimarca è quasi un privilegio poter fare lo scrittore a tempo pieno, anche se secondo qualcuno non sono un vero scrittore, né i miei libri sono veri libri..."

Trama: Frank Fons è un affermato e controverso autore di thriller che vive in quasi assoluto isolamento nella sua casa sul mare, in un piccolo paese nel nord della Danimarca. Un giorno apprende da un suo conoscente delle forze dell'ordine di un efferato omicidio, avvenuto vicino casa sua: il delitto è avvenuto secondo modalità descritte da Fons nel suo ultimo libro, non ancora pubblicato. Come è potuto accadere? Chi, fra le persone che hanno avuto accesso al manoscritto, può aver commesso l'omicidio? Sarà un caso isolato o l'inizio di una lunga scia di sangue?

Giudizio personale: 3!! Non mi capitava da tantissimo tempo di avere tra le mani un libro così brutto! Che delusione! Tendenzialmente anche nei romanzi che proprio non mi piacciono, riesco sempre a trovare un lato positivo, qualcosa che mi faccia pensare di non aver perso del tempo che avrei meglio impiegato con un altro libro; in questa seconda opera di Birkegaard non sono davvero riuscita a trovare nulla per cui valesse la pena leggerla. Cominciamo dallo stile, assolutamente privo di carattere, direi quasi scolastico, non un colpo di scena, tensione e suspense ridotte ai minimi termini, anzi direi azzerate del tutto. Il libro è sostanzialmente per metà una sorta di biografia del protagonista, i cui sono particolareggiati come e perché è diventato scrittore, dove e quando ha conosciuto sua moglie e le trama dei suoi romanzi, che pur essendo importanti ai fini delle "indagini"diventano tediose e ripetitive; e per metà un insieme di dettagli macabri e truculenti, di una violenza esagerata e gratuita davvero fastidiosa. L'ultimo capitolo poi è veramente terribile, l'ho letto saltando righe qua e là tanta era la violenza delle scene descritte. L'idea alla base del romanzo, che è poi la cosa che mi ha spinto a comprarlo visto che non avevo mai letto nulla di questo autore, non brilla certo per originalità: l'abbiamo già ampiamente vista e letta, non solo in letteratura ma anche al cinema e sul piccolo schermo, perciò per colpire il lettore devi riuscire veramente a creare qualcosa di conivolgente e nuovo...e qui non c'è niente di tutto questo. Ve lo sconsiglio vivamente!

Titolo originale: Over mit lig

Traduzione: Bruno Berni

Edizione: Longanesi

Pagine: 362

Prezzo: 18,60 €

Anno: 2009



Nessun commento:

Posta un commento

Italian Blogs for Darfur

Segui lo Shelf!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...