giovedì 30 settembre 2010

Dalla Romagna con furore

UNA VITA DA PAURA
di Giuseppe Giacobazzi


"Due sono i grandi amori di un romagnolo: i motori e la patacca. E per lei si fa qualunque cosa... Compreso cambiare radicalmente le proprie abitudini o le proprie priorità. Insomma un cambio di vita. Non mancheranno le emozioni, ma tranquilli... sarà una vita da PAURA!"

Il libro: Poter fare a meno delle donne per un romagnolo è assolutamente inconcepibile. I problemi con la patacca cominciano da ragazzino col catalogo Postal Market aperto alla pagina dell'intimo. I primi traumi sono impossibili da dimenticare. Oggigiorno quello che ci vuole per conquistare la patacca è il look del romagnolo doc: sguardo ammaliante dietro gli irrinunciabili Ray-Ban, capelli in stile mi ha leccato una mucca, ditoni sbriciolati contro i bordi del marciapiede (con 'ste ciabatte di merda). Per conquistarti la tua patacca devi fare lo sguardo da imprenditore, usare paroloni globalizzati, essere sempre pronto a pagare gli aperitivi. E se sei davvero bisognoso, sei disposto ad attenderla in macchina per ore anche quando licheni e muschi cominciano a crescerti addosso. E tutto per una donna che poi, quando la sposi, il generale Rommel in confronto è un bignè. A volte però mette su quella vocina da pappagallino inseparabile che svolazza. E allora ti arrendi, ti lasci portare ovunque e compri, a rate, tutto. Eccoti in gita all'Ikea, o all'Ipercoop tra file alla cassa e carrelli sghembi (dove scopri di contare meno di un paguro sulla corsia di sorpasso dell'autostrada). Dovunque tu vada, i tuoi mitici sandali dalla suola liscia non ti deluderanno mai. ...Il fatto è che il romagnolo non pensa: fa e basta. Col suo sorriso tra il simpatico e la paresi, rimane sempre un grande sburone!
"dal risvolto di copertina"

Giudizio personale: 8,5 Per riprendermi dal disgusto provocatomi dal romanzo di Birkegaard, mi sono concessa questo tuffo in un po' di sana e italianissima comicità. Adoro Giacobazzi, lo seguo da molto tempo prima che sbarcasse in quel di Zelig, grazie al mitico Costipanzo Show (spettacolo che chiunque in Emilia Romagna conosce).  Mi piace perché è uno dei pochi comici che mi fa ridere, sempre e comunque. Sapete quelle belle e grasse risate, di gusto! Questo libro è così, semplice e divertente. Ovviamente, come sempre accade con i libri dei comici televisivi, anche qui le battute e i racconti presenti non sono proprio nuovi, molti di essi li abbiamo già sentiti a Zelig, ma vale comunque la pena. Vi regalerete un paio di serate leggere e all'insegna del buonumore.

Citazione: "Sono i primi amori, le prime storie. Sono quelle storie che ti formano il carattere e ti fanno capire quali sbagli non dovrai più commettere quando deciderai di fare sul serio, per costruire un rapporto maturo...rendendoti responsabile e consapevole. Purtroppo noi uomini, con il nostro neurone, non abbiamo la capacità di memorizzare. Dopo ogni storia avremmo l'esperienza per fare meglio... ma... mentre il neurone sta scolpendo la corteccia celebrale, basta che esca un nuovo modello di moto che quella diventa la priorità di pensiero."

Edizione: Kowalski

Pagine: 109

Prezzo: 10,00 €

Anno: 2008


Nessun commento:

Posta un commento

Italian Blogs for Darfur

Segui lo Shelf!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...