martedì 5 aprile 2011

Orgoglio e preveggenza

ORGOGLIO E PREVEGGENZA
o: Una verità universalmente riconosciuta
di  Carrie Bebris


Trama: Elizabeth e Mr. Darcy hanno appena consacrato il loro amore davanti a Dio e per loro sta per iniziare una lunga vita insieme. I loro progetti di luna di miele però dovranno essere accantonati quando Caroline Bingley, appena sposatasi con l'affascinante Mr. Parrish, comincia ad assumere atteggiamenti sempre più strani e ambigui, tanto da far temere per la sua incolumità. Fra strani episodi e incidenti apparentemente casuali, sembra delinearsi sempre più una situazione di pericolo per i coniugi Parrish.

Giudizio personale: L'approccio a questo romanzo è stato un po' titubante: Orgoglio e Pregiudizio è uno di quei capolavori che va maneggiato con cura e cimentarsi con un mostro sacro della letteratura come Jane Austen è impresa assai ardua nonché rischiosa, perché trattare personaggi così amati presenta molte incognite e insidie. E non basta amare la Austen, occorre soprattutto rispettarla. Così all'inizio questo romanzo mi ha fatto storcere il naso, c'era qualcosa che non mi convinceva. Forse era ancora troppo forte nella memoria la trilogia della Aidan tanto che in ogni momento mi aspettavo che comparissero Fletcher e Lord Dyfed Brougham. Superata questa impasse e addentrandomi sempre più nella narrazione della Bebris sono rimasta piacevolmente colpita. La storia è avvincente e ben descritta. Lo stile, per quanto lontano da quello austeniano o anche solo da quello della Aidan, è rispettoso e abbastanza in linea col romanzo ottocentesco. L'idea di creare una serie di gialli intorno alla coppia Elizabeth-Darcy mi sembra buona e accattivante, perché la neo Mrs Darcy è una donna sveglia, arguta e molto perspicace, non si fa intimorire facilmente e si destreggia egregiamente tra enigmi e misteri. E' stata una lettura piacevole che coniuga molto bene due elementi a me molto cari: Jane Austen e il romanzo giallo. Unico appunto: sono arrivata alla risoluzione del caso ben prima della protagonista.
Voto: 7,5

Citazione: "Quella notte, Darcy si rifugiò nella propria camera e tra le braccia della moglie, come chi cercasse asilo in un tempio. Qualunque difficoltà li assillasse, Elizabeth riusciva sempre a restituirgli la serenità con la sua sola presenza. Stentava a ricordare come avesse potuto vivere senza di lei nei giorni che avevano preceduto il loro incontro."

Titolo Originale: Pride and Prescience or, A truth universally acknowledged

Traduzione: Alessandro Zabini

Edizione: TEA

Collana: Narrativa TEA

Pagine: 291

Prezzo: 10,00 €

Anno: 2004

Codice ISBN: 978-88-502-1280-4


5 commenti:

  1. Sì, è una lettura piacevole (io la chiamo "riposa-vista" perché permette di rilassarsi tra un libro e l'altro). Certo, non è ai livelli di Aidan o Barron ma, per quante libertà si prenda e per quanto la coppia D&E non sia particolarmente caratterizzata, e malgrado la soluzione dei loro casi sia fin troppo semplice, è uno dei pochi "derivati" che non fanno sobbalzare dallo sdegno.
    Ti anticipo solo questo: il 5° della serie è diverso e decisamente migliore!

    RispondiElimina
  2. aspetto la stroncatura di orgoglio e pregiudizio e zombie :-D

    RispondiElimina
  3. @sylvia-66: della Barron non ho ancora letto nulla, ma i suoi libri sono già in attesa nella mia libreria :-D
    il 5° della Bebris è Intrigo ad Highbury giusto?

    @Clau: onestamente non so se lo leggerò...non mi ispira molto :-)

    RispondiElimina
  4. Questo va letto! ...e un giorno dovrò sicuramente approdare anche ai libri di Aidan e Barron! ^_^

    RispondiElimina
  5. Non sono riuscita a leggerlo. Non sopportavo di vedere i miei adorati DArcy e Lizzie usati così. Sono fatta male lo so...ma sono un'autentica Janeite. Colgo l'occasione per dirti che se passi da noi ci sono due cosine per te...

    RispondiElimina

Italian Blogs for Darfur

Segui lo Shelf!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...