mercoledì 20 luglio 2011

Speciale Estate: IL QUINTO GIORNO

Con questo post desidero inaugurare una rubrica dedicata all'estate, o meglio ai libri che mi sembrano particolarmente adatti a questa stagione e soprattutto alle vacanze. Per farlo, molto banalmente, vi parlerò dei romanzi che mi hanno accompagnato e deliziato nelle ultime estati. Il primo libro di cui ho deciso di parlarvi è Il Quinto Giorno, che ho letto nell'ormai lontana estate del 2006 nella spettacolare scenografia di Lipari.

Titolo: Il quinto giorno
Autore: Frank Schätzing
Titolo origianale: Der Schwarm
Traduzione: Sergio Vicini
Editore: Nord
Collana: Narrativa Nord
Pagine: 1032
Prezzo: 22,00 €
Formato: Copertina rigida
Anno 1ᵃ edizione originale: 2004
Anno 1ᵃ edizione italiana: 2005
Genere: Fantascienza, thriller
Codice ISBN: 978-88-429-1355-9


Di questo romanzo è disponibile anche la versione economica, edita da TEA per un prezzo di copertina di 13,00 €


Trama:14 gennaio, Huanchaco, costa del Perù. Il povero pescatore Juan Narciso Ucañan non crede ai suoi occhi: dopo settimane di magra, davanti a lui si stende un enorme banco di pesci. Ma ben presto il terrore cancella la sua felicità: i pesci, muovendosi come un unico essere, prima gli distruggono la rete, poi rovesciano la sua barca e infine si compattano, impedendogli di tornare in superficie. 
13 marzo, costa norvegese. A bordo della nave oceanografica Thorvaldson, il biologo marino Sigur Johanson e Tina Lund, responsabile della Statoil per la scoperta di giacimenti petroliferi, guardano il monitor che rimanda le immagini di un robot calato sul fondo del mare: milioni di "vermi" sembrano aver invaso lo zoccolo continentale. 
5 aprile, Vancouver Island, Canada. Leon Anawak fa da guida ai turisti che vogliono osservare le balene nelle acque della British Columbia. Ma i mammiferi marini non si vedono più, come se si fossero "smarriti" da qualche parte. Poi, improvvisamente, riappaiono e si comportano in modo del tutto anomalo. 
Tre avvenimenti lontani, un unico tratto comune: il mare. Un mondo brulicante di esseri misteriosi, un enigma che avvolge i sette decimi del nostro pianeta. Dall'Europa all'America, dal Polo Nord al Giappone, il mondo dovrà confrontarsi con questo enigma: scienziati, militari, capi di governo e individui comuni saranno trascinati in un'avventura senza precedenti, verso uno scontro titanico in cui si deciderà se la specie umana può avere ancora un futuro.
(dal risvolto di copertina)

Giudizio personale: quando ho pensato ad uno spazio dedicati ai "libri estivi" subito mi è venuto in mente questo romanzo, un po' perché mi ricorda una vacanza trascorsa in un luogo paradisiaco (Lipari e le isole Eolie più in generale), un po' perché lo trovo perfetto per chi trascorrerà le sue ferie al mare. L'idea alla base del romanzo è tanto semplice quanto affascinante: e se gli "alieni" non provenissero dallo spazio ma dalle profondità marine? In fin dei conti quello che l'uomo conosce a proposito degli insondabili abissi oceanici è pochissimo: profondi migliaia di metri, avvolti dalla più totale oscurità e caratterizzati da un ecosistema pressoché sconosciuto. Partendo da questo l'autore immagina un'entità in grado di condizionare l'intero sistema marino e di mettere in serio pericolo la sopravvivenza dell'umanità. Teorie assolutamente fantascientifiche, come tutto ciò che accade nel libro, eppure estramamente interessanti e stimolanti, perché per quanto improbabili non credo siano completamente impossibili. Grazie a questa "teoria" l'autore coglie l'occasione per dilungarsi in riflessioni filosofiche e ambientaliste, al fine di farci riflettere sui danni che, con il nostro egoismo e la nostra mancanza di scrupoli, stiamo arrecando al nostro pianeta. Danni in alcuni casi irreversibili. E allora, per una volta, il pianeta si rivolta e dice basta! Basta all'inquinamento, basta alle uccisioni barbariche di ogni specie marina, basta allo scempio perpetrato nei confronti dei nostri mari. Un romanzo intelligente, stimolante e ricco di spunti. Le parti più scientifiche sono molto interessanti e mai noiose, e la tensione crescente fa sì che questo libro possa fare concorrenza ai ben più famosi thriller americani. Non fatevi spaventare dalla mole del libro: queste mille pagine si leggono tutte d'un fiato, difficile staccarsi da questa storia coinvolgente ed appassionante. Un ritmo serrato e uno stile chiaro e diretto, a volte forse corredato da un po' troppi tecnicismi, ma viste le tematiche affrontate era inevitabile.
Voto: 9

Citazione: "Quando continui a girare in cerchio che cosa puoi fare? pensò. Rompere il cerchio. Fare qualcosa che ti rimetta in sesto. Qualcosa che non devi pretendere dagli altri, ma da te stesso. Fa' qualcosa d'insolito."

Colonna sonora: The Sea dei Morcheeba
Consigliato a: agli amanti del mare e della natura in generale, a chi crede che prima o poi il nostro pianeta ci dirà BASTA, a chi non si rende conto dei danni gettando robaccia nei nostri mari
Istruzioni per l'uso: munitevi di una bella sdraio in riva al mare, oppure sistematevi su una terrazza vista mare, e attenzione a ciò che esce dall'acqua


Buona Lettura!


1 commento:

  1. Interessante legare la rubrica al periodo dell'anno! Trovo che l'idea alla base del libro sia affascinante, forse perché mi attirano le storie che parlano di alieni...

    RispondiElimina

Italian Blogs for Darfur

Segui lo Shelf!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...