mercoledì 23 novembre 2011

Harry Potter e la camera dei segreti


Titolo: Harry Potter e la camera dei segreti
Autrice: J.K. Rowling
Titolo originale: Harry Potter and the chamber of secrets
Traduzione: Serena Daniele
Editore: Salani
Pagine: 307
Prezzo: 13,00 €
Formato: brossura
Anno 1ª edizione originale: 1998
Anno 1ª edizione italiana: 1999
Genere: fantasy, narrativa per ragazzi
Codice ISBN: 978-88-8451-611-4

Trama: Harry Potter è ormai celebre: durante il primo anno alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts ha sconfitto il terribile Voldemort, vendicando la morte dei suoi genitori e coprendosi di gloria. Ma una spaventosa minaccia incombe sulla scuola: un incantesimo che colpisce i compagni di Harry uno dopo l’altro, e che sembra legato a un antico mistero racchiuso nella tenebrosa Camera dei Segreti.
(dal risvolto di copertina)

Giudizio personale: Come sapete, sono arrivata all'Harry Potter cartaceo solo lo scorso anno (che vergogna, lo ammetto) dopo averne rimandato la lettura troppe volte. Del primo capitolo della saga mi sono innamorata subito e quando ho iniziato la lettura della camera dei segreti speravo di non rimanerne delusa perché leggere un libro dopo aver visto la sua trasposizione cinematografica almeno 10 volte può essere pericoloso, sai già cosa aspettarti, più o meno, e il rischio di annoiarsi è alto. Invece, anche questa volta ho terminato la lettura entusiasta e soddisfatta. Come può essere possibile che una quasi trentenne (sigh!) ami così tanto una serie nata appositamente per i bambini? Perché, almeno credo, Harry Potter è tante cose, non solo in romanzo per ragazzi: innanzi tutto c'è una trama avvincente, che ti coinvolge da subito, ci sono personaggi ai quali è impossibile non affezionarsi e poi c'è quell'atmosfera magica che ti cattura sin dalle prime pagine, un'atmosfera che ti fa volare con la fantasia. In questo secondo libro della Rowling Harry è ormai prossimo ad iniziare il suo secondo anno alla scuola di magia di Hogwarts. Le vacanze estive sono state terribili per colpa dei Dursley e la mancata corrispondenza con gli amici Ron e Hermione non ha fatto altro che aggravare la nostalgia di Harry. E ancor primo di arrivare alla scuola, Potter capisce che questo sarà un altro anno estremamente movimentato: sembra infatti che tutto trami contro di lui, che ci sia una forza magica che fa di tutto per tenerlo lontano dal castello. Per Harry sarà un anno molto difficile, in bilico tra dubbi e accuse di essere l'erede di Serpeverde. Ancora più forte del precedente romanzo sarà l'importanza che avranno le scelte attuate dai protagonisti. Come già detto nella recensione di Harry Potter e la pietra filosofale, uno degli aspetti che maggiormente ho amato di questa saga è il rilievo dato dall'autrice al concetto di scelta: Harry sceglie con convinzione di stare dalla parte dei buoni, così come altri scelgono scientemente il male, l'oscurità. Ogni presa di posizione non è frutto del caso, come spesso capita nei libri per bambini: i buoni non sono tali solo perché sono nati così, ma perché hanno scelto quella strada. Ecco, trovo che questa sia una prospettiva fondamentale per i ragazzi, un fattore importantissimo: perché dai libri si può imparare tanto.
Voto: 8,5 

Citazione: "Sono le scelte che facciamo, Harry, che dimostrano quel che siamo veramente, molto più delle nostre capacità."

Colonna sonora: Boys don't cry dei Vitamin String Quartet (tributo ai Cure)
Consigliato a: agli adulti, per tornare un po' bambini e riscoprire un po' della magia che c'è intorno a noi

Buona Lettura!

7 commenti:

  1. Oh Harry :P va bè, anche se l'hai scoperto solo l'anno scorso, l'importante è che l'hai scoperto :P

    RispondiElimina
  2. hai ragione!! :-)
    E dire che i film li ho amati alla follia da subito, non so proprio perché abbia aspettato così tanto a leggere i libri

    RispondiElimina
  3. Ho divorato i libri qualche anno fa, l'ultimo mi fu regalato poco dopo la sua pubblicazione e la mia faccia gioiosa sembrava quella di una delle ragazzine in attesa davanti alla libreria con mamma e papà!!
    Sono del tutto d'accordo: non è solo un romanzo per ragazzi. Ho avuto l'impressione che dal terzo in poi J.K.Rowling abbia scelto di compiere una virata notevole, con un'impronta più da fantasy per lettori adulti (anche se l'aria di letteratura per bambini aleggia sempre). Mi saprai dire quando lo leggerai. Ciao cara!

    RispondiElimina
  4. che fortuna leggere Harry Potter per la prima volta...devo dire che il secondo libro non l'avevo molto amato ma ci sto ripensando...cmq esiste una generazione che quando è terminata la saga si è ritrovata 30enne quindi sei in buona compagnia!

    RispondiElimina
  5. larobi ha detto una cosa vera: che fortuna leggere Harry Potter per la prima volta! Io vorrei poter fare "tabula rasa" e ogni volta ricominciare senza ricordami nulla, perchè l'emozione data dalla prima lettura è irripetibile.

    RispondiElimina
  6. @Sylvia: ho in programma di leggerlo a Natale, mi sembra perfetto per il mio spirito natalizio :-)

    @larobi e SiMo85: avete ragione, leggere Harry Potter per la prima volta è davvero magico, mi sento molto fortunata in questo senso. Tornare bambina ogni tanto mi fa bene!

    RispondiElimina
  7. e vedrai come ti piaceranno i prossimi! harry potter non è solo per ragazzi, è una storia che ha molti livelli di lettura per lettori diversi, anche io sono una grande fan della saga!

    RispondiElimina

Italian Blogs for Darfur

Segui lo Shelf!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...