martedì 7 giugno 2011

Dalla libreria al cinema: DORIAN GRAY

Dati tecnici
Titolo originale: Dorian Gray
Nazione: Regno Unito
Anno: 2009
Genere: Drammatico
Durata: 113 minuti
Regia: Oliver Parker
Cast: Ben Barnes, Colin Firth, Emilia Fox, Rebecca Hall, Rachel Hurd-Wood, Fiona Shaw, Ben Chaplin, Caroline Goodall, Maryam d'Abo
Produzione: Ealing Studios, Fragile Films
Distribuzione: Eagle Pictures

Il bellissimo Dorian Gray è un giovane un po' ingenuo. Vive nella Londra del 19° secolo e conduce un'esistenza morigerata fino all'incontro con Lord Henry Wotton, uomo carismatico ed enigmatico che esercita su Dorian un'influenza che si rivelerà determinante nella vita del giovane. A fianco di Lord Wotton Dorian cambierà radicalmente la sua vita, trasformandosi in un uomo privo di morale. Ma il vero protagonista della storia è il ritratto di Dorian, realizzato dall'artista Basil Hallward e che, in seguito ad una sorta di "patto" malefico, invecchia e decade fisicamente, lasciando Dorian eternamente giovane.
Dorian Gray è l'adattamento cinematografico del capolavoro di Oscar Wilde Il ritratto di Dorian Gray, romanzo che ho amato alla follia e che è decisamente uno dei miei preferiti. Tanto ho amato il romanzo, tanto ho detestato questo film, anzi più che detestato direi che ne sono rimasta infastidita. Innanzi tutto l'ho trovato troppo violento, decisamente troppo dark, truculento e in alcune scene tendente al volgare. Se nel romanzo molto è lasciato all'immaginazione del lettore e giocato sul "vedo/non vedo", il tutto raccontato con la classe e lo stile unico di Wilde, nel film ogni cosa è troppo manifesta e chiara. Da subito è fin troppo evidente il rapporto tra Dorian e il ritratto, e ogni scena mi è sembrata esasperata. In tutto il film le incongruenze si rincorrono tanto che dello spirito del romanzo rimane ben poco. Ma in assoluto la cosa che più mi ha disturbato è che, guardando il film, si ha l'impressione che Dorian sia un bravissimo ragazzo che improvvisamente cambia, diventa cattivo solo per colpa del caso o a causa di un incantesimo. Un'altra cosa che proprio non ho digerito è stato l'inserimento di alcuni dettagli storico-sociali assolutamente anacronistici rispetto al romanzo: mi riferisco alla presenza di una suffragetta e ai riferimenti al primo conflitto mondiale. Ora è evidente che un romanzo pubblicato nel 1891 non può parlare della prima Guerra Mondiale; io posso capire la volontà del regista di rendere l'idea del tempo che passa, ma stravolgere in questo modo un grande classico della letteratura proprio non mi è piaciuto. Anche la scelta degli attori non mi ha convinta del tutto, eccezion fatta per Colin Firth che interpreta Wotton benissimo (ma in questo caso sono poco obiettiva in quanto adoro Firth, quindi non faccio testo). Il ritratto di Dorian Gray è un romanzo meraviglioso e dal quale si sarebbe potuto realizzare un film altrettanto affascinante, ma qui siamo proprio fuori strada, non ci avviciniamo nemmeno un po'.         

Voto:
Film: 5
Adattamento: 3             


5 commenti:

  1. ciao nicky condiviso in buona parte la tua opinione sul film, anche se non l'ho trovato troppo terribile; ti lascio il link di un post che ho scritto tempo fa dove cito altre trasposizioni cinematografiche, per me la migliore è quella del '45 in bianco e nero
    http://thepathofhobina.blogspot.com/2010/06/incipit-il-ritratto-di-dorian-gray-di.html
    saluti

    RispondiElimina
  2. ciao nicky, rispondo qui al messaggio che mi hai lasciato: la versione del '45 dovresti poterla reperire abbastanza facilmente su internet, anzi mi sembra di ricordare che io l'ho visto su You Tube...

    RispondiElimina
  3. Grazie mille per le informazioni, lo cerco subito!!

    RispondiElimina
  4. D'accordissimo con te: tanto è bello il romanzo, quanto inguardabile il film.
    Bocciato.
    E pensare che andai a vederlo nel giorno del mio compleanno proprio come auto-regalo. Mai idea fu più pessima. Una delusione totale :-(

    RispondiElimina
  5. Noto sempre più che abbiamo gusti molto simili :-)
    Io non ero riuscita ad andare al cinema, e quando finalmente l'hanno passato su Sky ero ansiosissima, ma il mio entusiasmo è scemato presto...che peccato!

    RispondiElimina

Italian Blogs for Darfur

Segui lo Shelf!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...